Seguici su  

La corretta comunicazione della sostenibilità: i vantaggi competitivi e i rischi del green e social washing

Destinatari: Titolari, general manager, resident manager, finance manager, purchasing manager, financial controller&business development, addetti accounting&finance, revenue manager, capi reparto e responsabili di team, addetti digital marketing, social media strategist, addetti sales&marketing, addetti revenue management, addetti booking, addetti eventi
Capire gli elementi chiave di una corretta comunicazione della sostenibilità per evitare di cadere anche involontariamente in casi rischiosi di green e social washing. Approfondire i vantaggi derivanti da un’efficace piano di green marketing in termini di visibilità, reputazione, capacità di coinvolgere gli stakeholders, rafforzamento della percezione pubblica e del consenso sociale della struttura.
  • Partire dai dati e da metodologie riconosciute
  • Prima fare e poi comunicare
  • Le regole chiave della comunicazione della sostenibilità
  • Le “5 I” del marketing sostenibile
  • I casi più diffusi di green washing e i messaggi errati di marketing
  • I rischi del social washing
  • La prima sentenza di greenwashing di un tribunale italiano
Note: Il corso è In linea con l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, il programma d’azione e i “Sustainable Development Goals” individuati
Fondatrice e Presidente di una PMI Innovativa nata come start up per la misurazione ed i bilanci di sostenibilità. È inoltre docente a contratto di strategie di sostenibilità in varie università e business school italiane tra cui Università Cattolica, Sapienza di Roma, 24 ore Business School, Fondazione Cuoa, Accademia Symposium. Responsabile nazionale di sostenibilità in Federturismo Confindustria dal 2015. Membro di vari tavoli di lavoro nazionali ed internazionali, tra cui quelli per il piano strategico del turismo italiano, creazione di nuovi standard ISO, climate change di Londra, sustainable investment forum di Parigi. Project leader per la Provincia Autonoma di Trento per la creazione della prassi di riferimento 134 con Uni sul rating di sostenibilità per le imprese di minori dimensioni.

Agli allievi che frequenteranno l’80% del monte ore previsto sarà rilasciato l’attestato di frequenza.

Shopping cart

0
image/svg+xml

No products in the cart.

Continue Shopping